Progettisti CAD e i consigli dell’OMS di lavorare da casa come spread COVID-19

  • s.gaber 

Con la diffusione di COVID-19, molti datori di lavoro stanno prendendo in considerazione politiche di lavoro da casa per ridurre il rischio che il loro personale venga infettato. Ma per i progettisti CAD che di solito lavorano su un desktop fisico in ufficio, di solito non è possibile lavorare da casa. Tuttavia, ci sono tre modi potenziali per superare questo problema: esaminiamo più in dettaglio come funzionerebbero.

Mentre la pandemia di COVID-19 si diffonde in tutto il mondo, l’ultimo consiglio dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) suggerisce che le aziende dovrebbero introdurre più telelavoro. Per i dipendenti che non hanno bisogno di essere fisicamente nell’ufficio stesso per svolgere la maggior parte del loro lavoro, ci sono poche ragioni per correre il rischio di pendolarismo e trascorrere del tempo con un gran numero di persone.

E molte aziende stanno seguendo il consiglio: abbiamo sentito gli annunci di grandi aziende tecnologiche, banche e altre società di servizi che incoraggiano il personale a lavorare da casa di fronte alla crescente pandemia.

Questo consiglio è OK per le persone che svolgono lavori d’ufficio che richiedono poco più di un telefono, un personal computer e una connessione Internet. Tuttavia, per il personale delle aziende di progettazione, architettura, ingegneria e costruzioni che devono utilizzare macchine CAD, il lavoro a distanza è significativamente più impegnativo. La maggior parte dei software CAD richiede all’utente di accedere a una macchina specifica che supporta il lavoro di progettazione. Questo di solito significa che devono essere fisicamente presenti in ufficio.

Tuttavia, recenti innovazioni significano che il lavoro a distanza è ora sempre più possibile per i progettisti.

3 Opzioni di funzionamento remoto per i progettisti CAD

Se la tua organizzazione sta prendendo in considerazione l’implementazione di una politica di lavoro a distanza durante la pandemia di COVID 19, sarà essenziale assicurarsi di disporre della tecnologia per consentire alle persone di lavorare da casa senza interrompere in modo significativo i processi aziendali. Sono disponibili tre percorsi principali per i progettisti CAD:

1- VPN: con una rete privata virtuale crei una connessione sicura dall’esterno della tua sede aziendale ai sistemi all’interno. Quando si tratta di CAD, ciò consentirebbe ai tuoi progettisti di connettersi da casa ai loro computer in ufficio e continuare a lavorare normalmente.

  • Pro: connessione completamente sicura alle stazioni CAD dell’ufficio
  • Contro: il dipendente deve avere un potente computer a casa e devi acquisire una licenza di rete. L’impostazione della VPN può essere lenta e richiede molto tempo per l’installazione – potrebbe essere necessario un tecnico IT per visitare la casa di ciascun dipendente).

2- Laptop: i dipendenti possono utilizzare una versione del software CAD della tua azienda su un laptop che portano al loro ufficio a casa.

  • Pro: questo è un approccio abbastanza semplice e significa che il dipendente può semplicemente continuare a utilizzare file e software esistenti
  • Contro: lavorare su grandi progetti CAD è sicuramente preferibile che i dipendenti abbiano schermi di grandi dimensioni con cui lavorare, il che significa che la maggior parte dei laptop è tutt’altro che ideale. Allo stesso tempo, portare fuori dall’ufficio un laptop caricato con IP aziendale comporta tutti i tipi di rischi per la sicurezza, e questo per non parlare del semplice costo di acquisto, spedizione e configurazione di diversi laptop ad alte prestazioni.

3- Macchine CAD basate su cloud: in questo approccio, i progettisti non si connettono al computer dell’ufficio, ma si connettono invece a una macchina sicura in un server altrove appositamente progettato per eseguire applicazioni CAD. Possono portare i loro file di lavoro in questo server e modificarli e condividerli come farebbero con il loro computer desktop al lavoro.

  • Pro: molto sicuro ed estremamente veloce da configurare. Alcuni servizi basati su cloud come designairspace (che ha scritto questo articolo) forniscono prove gratuite in modo che le aziende possano decidere se è adatto a loro e supportano tutte le applicazioni CAD più famose al mondo. Il cloud offre anche molta flessibilità, perché paghi per i servizi come abbonamento mensile – man mano che la pandemia si evolve, può diventare chiaro che il lavoro remoto è necessario solo per alcune settimane, quindi il cloud evita che tu paghi per contratti a lungo termine.
  • Contro: non è lo stesso del tuo computer desktop, quindi i file su cui i designer hanno lavorato in precedenza devono essere caricati nel nuovo ambiente (anche se questo può essere fatto in modo rapido e sicuro con i servizi di sincronizzazione dei file come Dropbox, box.com et al ).

La tua politica di lavoro a distanza durante la pandemia

Ogni azienda è diversa e quindi il modo in cui decidi di rispondere allo scoppio di COVID-19 dipenderà in larga misura da dove ti trovi, dal tipo di lavoro svolto dal personale e persino dal layout del tuo ufficio. Per le aziende che hanno bisogno dei loro progettisti di lavorare in remoto mentre il virus si diffonde, è bene sapere che la tecnologia è disponibile per supportare la tua strategia.

Se la tua organizzazione ha optato per una politica di lavoro a distanza durante la pandemia di COVID-19, hai bisogno di una tecnologia affidabile per consentire ai tuoi progettisti di lavorare a distanza.  Vi consigliamo di dare un’occhio a DesignAirSpace qual’ora le opzioni indicate in alto non siano percorribili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *